Affitto, alcuni importanti consigli.

Affitto, alcuni importanti consigli.

Oggi più che mai il “costo” di un immobile lasciato vuoto è troppo elevato ma anche l’affitto fatto con leggerezza può rendere i “costi” addirittura più importanti poiché un inquilino non solvente aggiunge la beffa al danno. Quindi la scelta dell’inquilino è la cosa più importante. Il consiglio è quello di verificare eventuali precedenti mancati pagamenti ed i comportamenti da questi tenuto nella conduzione dell’immobile a lui locato. Il fai da te sicuramente rappresenta un risparmio ma non sempre è così. Un bravo consulente può consigliare la giusta forma contrattuale oltre a procedere a tutte le incombenze successive alla firma del contratto (registrazione, rinnovi etc.) consigliare sulle possibilità fiscali migliori (ad es cedolare secca), sollevare il locatore dal rapporto con l’inquilino, la conoscenza del mercato e quindi consigliare il giusto canone, etc.

Qualora, parlando di residenza, si decide di arredare l’appartamento da dare in affitto, l’ultima cosa da fare è quella di riciclare vecchi mobili. Oggi un bilocale si arreda con poche migliaia di euro con mobili moderni e belli da guardare e che rendono l’alloggio interessante e giustifica il canone richiesto.

Per la richiesta del canone di affitto bisogna essere molto attento al mercato e alla fluttuazione dei prezzi oltre che alla semplice regola di mercato rappresentata dalla domanda e dall’offerta. Uno sfitto prolungato non giustifica il voler, a tutti i costi, prendere un affitto che il mercato non giustifica.

La cauzione, a prescindere dalla cadenza dei pagamenti del canone, non dovrebbe essere inferiore ad un importo pari a tre mensilità anche se sarebbe, a questa, prediligere una fidejussione assicurativa che garantisca il pagamento del canone ed eventuali danni riscontrati al momento del rilascio.

Il contratto di affitto deve essere chiaro e comprendere con assoluta sicurezza: il tipo di contratto (transitorio, quattro più quattro, etc), ogni termine in deroga alla legge ed in particolare eventuale termine ridotto per la eventuale disdetta anticipata e le modalità di comunicazione. Importante è far sottoscrivere alle parti un verbale di consegna e, al momento del rilascio, un verbale di riconsegna che possa giustificare eventuali trattenute dalla cauzione o richieste all’assicurazione.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...